Mercoledì, 23 Ottobre 2019

R Rassegne

Memorie civili_la memoria come strumento di trasformazione_large Memorie civili

Memorie civili

la memoria come strumento di trasformazione

 

Coop En Kai Pan, in collaborazione con Associazione Teatrale Aisthesis, LICOS (Laboratorio Internazionale di Composizione Scenica) diretto da Luca Gatta e Figli in Famiglia Onlus, presenta Memorie civili – progetto teatrale sulla memoria come strumento di trasformazione.

Come ricorda la giornalista e scrittrice Lia Levi, vincitrice del Premio Strega giovani nel 2018:

“la memoria non è un semplice ricordo, ma l’elaborazione del ricordo attraverso il sentimento. È la partecipazione emotiva all’esperienza personale a rendere quella stessa esperienza universale e condivisa”.

Questo processo di partecipazione è alla base dei principali valori su cui è stata costruita l’Europa dopo la seconda guerra mondiale, eppure proprio la memoria è stata messa sotto attacco in questi ultimi anni. Ne sono colpevoli non solo l’avanzante revisionismo, che seduce persone di qualsiasi età e livello d’istruzione, ma anche, e soprattutto, la percezione diffusa che quello della memoria sia un meccanismo vecchio, di cui l’umanità, in virtù di un’inaspettata libertà e spregiudicatezza fornita dall’ingresso nell’era digitale, non ha più bisogno.

Coop En Kai Pan, convinta che sia più che mai necessario stimolare le nuove generazioni al dialogo e al confronto con il passato recente e lontano ma anche con i nodi problematici del presente, propone una serie di spettacoli teatrali dedicati alla memoria civile.

La domanda che ispira il progetto è: può la memoria diventare uno strumento di trasformazione sociale, ambientale e politica in un territorio, la periferia di Napoli Est, dove più che mai è necessario stimolare una rinascita dei valori civili? Noi crediamo che sia possibile attraverso un dialogo trasparente, che non ha l’obiettivo di indottrinare ma di mostrare la complessità del reale, anche quando questo si rivela doloroso.

Memorie civili prevede una rassegna di cinque spettacoli, in scena presso Figli in famiglia Onlus a San Giovanni a Teduccio, periferia est di Napoli, da gennaio a maggio 2019.

 

Prossimi spettacoli per scuole medie inferiori e superiori

16-17 aprile, h. 10.00 (I turno), h. 11.30 (II turno)
Recital
Drammaturgia: Tiziana Sellato
Regia: Luca Gatta
Interpreti: Germana Di Marino, Luca Lombardi
Musiche: Massimo Ferrante
Produzione: coop En Kai Pan
Durata: 50 min
 
Un racconto in immagini e musica della vita di Teresa Mattei, la più giovane donna eletta alla Assemblea Costituente. Teresa Mattei, giovane partigiana a Firenze, che ha rischiato la vita e provato sulla sua pelle la ferocia nazista, è stata una donna forte e, grazie al suo coraggio e alla sua determinazione, è stata eletta all’Assemblea Costituente a soli 25 anni voluta a Roma da Togliatti in persona. La sua vita è stata continuamente caratterizzata dagli ideali di giustizia e verità che l’hanno prima portata nei gruppi partigiani, poi nell’Assemblea Costituente e infine a promuovere la parità di genere e i diritti dei bambini e dei giovani per tutta la sua vita. Raccontiamo la sua vita perché sia perpetrata la memoria di chi ha partecipato alla nascita della nostra Carta Costituzionale e ne ha difeso l’applicazione per tutta la vita.
 
7-8-9 maggio, h. 10.30 (turno unico)
Drammaturgia: Stefania Bruno
Regia: Luca Gatta
Interpreti: Luca Lombardi, Giuseppe Fedele, Alessandra Martino, Germana Di Marino
Produzione: coop En Kai Pan
Durata: 70 minuti
 
Il 16 marzo 1978 Aldo Moro, capo della democrazia cristiana, fu rapito a via Fani a Roma e trattenuto sotto sequestro da una cellula delle Brigate Rosse per 55 giorni prima di essere ucciso e abbandonato in un auto il 9 maggio. Nel momento più difficile della storia della Repubblica Italiana, in cui tutta la classe politica sembra essere stata messa sotto scacco da un gruppo di ragazzi, Leonardo Sciascia scrive un libello L’affaire Moro, in cui prova a ricostruire la prigionia del grande statista, analizzando i documenti e le lettere, riflettendo sul linguaggio utilizzato da tutte le parti coinvolte, cercando di immedesimarsi sia nella vittima che nei carnefici.
In morte di un uomo di stato s’ispira a L’affaire Moro, alle lettere scritte durante la prigionia e alle testimonianze fornite dagli ex brigatisti, per perpetuare la memoria e gli interrogativi legati al caso Moro a quarant’anni dall’accaduto. Lo spettacolo ha un impianto meta-teatrale: quattro giovani attori sono riuniti in una stanza studiando i documenti sul caso Moro. Immedesimandosi di volta in volta nei brigatisti o nella vittima ricostruiranno le sue ore più difficili e la stanza si trasformerà da sala prove a sala delle torture e in tribunale. Unico assente: Aldo Moro. Il grande statista viene visto come un simbolo del potere e come una vittima sacrificale, perdendo la sua umanità e il suo diritto alla vita che pure continua a reclamare e divenendo un’idea astratta.
 

Biglietti

5,00 € a studente (gli insegnanti accompagnatori accedono gratuitamente)
 
Informazioni e prenotazioni
Gli spettacoli si svolgeranno presso la sede di Figli in Famiglia Onlus, in Via Ferrante Imparato 111, Napoli.
 
Le prenotazioni per gli spettacoli devono essere confermate almeno una settimana prima della data prescelta, per le scuole che lo richiedono è possibile pagare in anticipo attraverso bonifico bancario.
 
“Bombe sotto ai cavoli: Teresa Mattei e l’antifascismo delle donne”: prenotazioni entro il 10 aprile
“In morte di un uomo di stato”: prenotazioni entro il 30 aprile
 

Contatti

Coop En Kai Pan
mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
tel: 339 623 5295
 
Figli in Famglia onlus
mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
tel: 335 596 1905

Calendario eventi

Prossimi eventi

27
Ott
Cimitero delle Fontanelle
-
Napoli
visita teatralizzata al Cimitero delle Fontanelle